Diritto Immobiliare

L’Associazione, tramite i suoi legali, fornisce consulenza legale, nonché assistenza giudiziale e stragiudiziale, in materia di locazioni (ad uso commerciale e ad uso abitativo), procedure di sfratto per morosità (diretta ad ottenere un titolo esecutivo che consenta al proprietario dell’immobile di riavere indietro i locali liberi da persone e cose qualora il conduttore non paghi i canoni stabiliti nel contratto) o per finita locazione (tale procedura è  rivolta ad ottenere un titolo esecutivo che consenta al proprietario di un immobile di conseguirne la piena disponibilità qualora il conduttore non lo rilasci spontaneamente alla scadenza del contratto), azioni di recupero dei canoni di locazione scaduti e non corrisposti.

Cos'è il Condominio?

Dal punto di vista normativo il condominio è una particolare forma di comunione ab origine “forzosa” su un bene immobile nella quale coesistono parti di proprietà esclusiva e parti di proprietà comune: alla proprietà esclusiva dei singoli appartamenti si affianca la proprietà comune di altre parti immobiliari, come ad esempio, il tetto, le scale, la portineria, le mura portanti, i locali di lavanderia.

Cos'è la lesione del decoro architettonico?

Per decoro architettonico del fabbricato, ai fini della tutela prevista dall’art.1120 c.c., deve intendersi l’estetica data dall’insieme delle linee e delle strutture che connotano il fabbricato stesso e gli imprimono una determinata, armonica, fisionomia. L’alterazione di tale decoro può ben correlarsi alla realizzazione di opere che immutino l’originario aspetto anche soltanto di singoli elementi o punti del fabbricato tutte le volte che l’innovazione sia suscettibile di riflettersi sull’insieme dell’aspetto dello stabile.

Occupazione contra legem: cosa si intende per "parti comuni"?

Le parti comuni sono tutte le parti dell’edificio necessarie all’uso comune, come il suolo su cui sorge l’edificio, le fondamenta, i muri maestri, i pilastri e le travi portanti, i tetti e i lastrici solari, le scale,i ballatoi, i portoni di ingresso,  i portici, i cortili  le facciate le aree destinate a parcheggio nonché i locali per i servizi in comune, come la portineria, incluso l’alloggio del portiere (qualora presenti),  gli stenditoi e i sottotetti destinati, per le caratteristiche strutturali e funzionali, all’uso comune.

Ci si occupa, inoltre, della predisposizione delle varie tipologie di contratti di locazione ad uso abitativo e ad uso diverso da quello abitativo e della relativa consulenza.

Tramite il proprio team legale, inoltre, Linea di Difesa tratta la tutela dei diritti reali, ovverosia dei diritti inerenti ad un bene: proprietà, servitù, usufrutto, enfiteusi, superficie.

In tema di liti condominiali, vale a dire in materia di controversie tra singoli condòmini, oppure tra Condominio e singolo condòmino, Linea di Difesa offre assistenza e consulenza con particolare riguardo alle azioni a tutela del Condominio (lesione del decoro architettonico; occupazione contra legem di parti comuni, per fare alcuni esempi), impugnazioni di delibere delle assemblee condominiali,  vertenze relative a spazi e beni comuni,  nomina e revoca dell’amministratore ed eventuali azioni di responsabilità nei suoi confronti, criteri di ripartizione delle spese per le parti comuni, rapporti con terzi creditori.

 

Particolarmente problematico è il rapporto tra Condominio e Gestore idrico: capita spesso che quest’ultimo non rispetti la norma imperativa di cui all’art. 63 disp. attuaz. c.c., che – in caso di morosità in condominio – impone al creditore di rivolgersi in prima battuta al condòmino moroso costituendolo in mora e di agire esecutivamente nei confronti dei condomini “virtuosi” solo ed esclusivamente in caso di infruttuosa escussione del condomino non in regola con i pagamenti delle bollette.

Non sono rari i casi di distacco della fornitura idrica all’intero edificio condominiale in caso di mancato pagamento delle bollette da parte di uno o più condòmini.

A riguardo, attraverso il link di seguito si rinvia al

provvedimento n. 27812 del 12 giugno 2019 dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

RITIENI DI AVERE UN PROBLEMA CONDOMINIALE?

CONTATTACI AL NUMERO VERDE

RICEVERAI UNA CONSULENZA GRATUITA E SENZA IMPEGNO

OPPURE INVIACI UNA SEGNALAZIONE

GDPR 2016

15 + 3 =